Tempo stimato per la lettura: 0 minuti, 38 secondi

Siete qui: Home » Politica »

Se il Corriere si ostina a dare altre chance alla Lega

Tempo stimato per la lettura: 0 minuti, 38 secondi

Angelo Panebianco, in linea con l’atteggiamento adottato dal Corriere della Sera negli ultimi anni, cerca di fornire una possibilità di redenzione ad ...

Tempo stimato per la lettura: 0 minuti, 38 secondi

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Angelo Panebianco, in linea con l’atteggiamento adottato dal Corriere della Sera negli ultimi anni, cerca di fornire una possibilità di redenzione ad una forza politica che fino all’altro ieri ha governato l’Italia con esiti disastrosi: la Lega Nord.

Io dico basta. Basta con questa storia del “se la Lega farà così, allora..”. Hanno avuto maggioranze bulgare, Ministri, Presidenti di Regione, della Camera etc. e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Hanno fallito. Punto. Questo non significa che sono morti elettoralmente, assolutamente no (Ilvo Diamanti, su Rep. di oggi).

C’è, però, un momento in cui un progetto non ha più ragione di esistere e non ha senso dargli altre chance. E devi affermarlo con chiarezza, soprattutto se firmi un’editoriale su una delle testate giornalistiche più importanti in Italia.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Restiamo in contatto

Puoi seguirmi su Twitter e mettere un sulla mia pagina Facebook o restare aggiornato abbonandoti (gratis) al feed . Puoi inoltre iscriverti alla mia newsletter inserendo il tuo indirizzo di posta elettronica.

E-mail


  • Gian Carlo

    Era una semplice battuta di Maurizio Crozza ma nessun giornalista serio ha mai fatto questa domanda ad Umberto Bossi: “Lei è ministro per le riforme, quali riforme ha fatto?” Non c’era chiaramente nessuna risposta, basterebbe questo a liquidare la lega se fossimo in un paese serio. Se sei ministro per quella che da vent’anni sbandieri come tua unica ragione d’essere e non fai niente, allora dvresti solo vergonarti e tornartene a casa per averci fatto perdere vent’anni di possibile vera politica.

  • http://citizensquare.wordpress.com angelo d’anna

    Ma Angelo Panebianco non era uno dei pilastri mediatici di Berlusconi?
    Probabilmente l’unico movimento innovativo (di sinistra) gli procura il prurito di chi non vuole ammettere di aver sbagliato cavallo e ci riprova.
    Povera Italia.

  • http://pietroraffa.altervista.org/blog Pietro Raffa

    Non ce la fanno proprio. Per chiedere le dimissioni di Berlusconi ci hanno messo una vita.

  • valter bracali

    Riassunto

    Maroni deve dare un volto nuovo alla lega.ahahahah

    Indipenza del nord . Ancora Paperopoli dello stato di Gotham city ahahahahah

    Combatte le sirene anti-sistema del m5s con l’indipendentismo. Ottimo accoppiamento ahahahahah

    Maroni troppo intelligente?????? ahahahahah

    Arriviamo al dunque per l’editorialista la lega dovrebbe smarcarsi dalla difesa dello stato sociale( quando mai avvenuta se non a parole per calcolo elettorale lo sà solo lui ma è intelligente come Maroni e quindi diamogliene atto).
    Perchè il problema non è la corruzione, le mafie ,il lavoro nero ,la gestione delle grandi opere,
    il settore degli enti che gestiscono le ex municipalizzate ,l’evasione fiscale,la precarizzazione estrema del lavoro e la disoccupazione giovanile dovute alla disintegrazione delle aziende e del risparmio privato da parte della finanza e del sistema bancario,il debito pubblico fatto dai soggetti come sopra con la complicità dei politici degli ultimi 30 anni, il mantenimento con contributi dell’editoria ,della chiesa cattolica ,delle scuole private , le provincie ,il malcostume della politica ed il suo costo ecc…….
    NO IL PROBLEMA DI QUESTO PAESE SONO LE PENSIONI, IL DIRITTO DEL LAVORO , LA SCUOLA E LA SANITà PUBBLICA .
    Angelino Panebianco (non ho sbagliato il nome) dovresti scrivere si ma sul corriere dei piccoli: scusa lo fai già hai ragione .

  • Vulka

    Ho visto parecchi leghisti cambiare totalmente parere sulla Lega. Questo tipo di delusioni fa veramente ripensare a tutto quello che si è fatto, a ciò per cui uno/a ha combattuto e i falsi ideali adoperati per abbindolare il prossimo.

    Non sono leghista, ed odio questa falsa politica che mira all’interesse personale e mantiene il paese indietro nel tempo…
    BISOGNA MANDARLI A CASA TUTTI, A CALCIONI NEL DI DIETRO E PRIMA DI USCIRE, LASCINO IL MALLOPPO E SPENGANO LA LUCE!

  • violet

    @ Gian Carlo

    hai ragione! E come non ricordare l’altro superbeota ministro della Semplificazione che offri quel ridicolo spettacolo del rogo di scatoloni vuoti a significare l’abolizione di tante leggi inutili?
    Altro che articolo 18, vallo a chiedere agli investitori quanto contano le pastoje burocratiche come freno per le imprese!!

    Per non parlare di Maroni e dei tanti successi del suo ministero…. non dimenticate mai che il 15 ottobre 2011, mentre Roma era messa a ferro e fuoco e Er Pelliccia con l’estintore in mano si guadagnava uno scatto da prima pagina, il sedicente ministro dell’Interno non stava vicino agli agenti o al questore….nooooooooooo!
    Era a Varese a provare il concerto con il suo gruppo!
    E che dire di quante proteste di agenti e poliziotti per i tagli e le penose condizioni in cui devono assicurare il loro servizio? Con MARONI ministro mai cosi tante!

  • violet

    ot – ot -ot

    …e nel silenzio generale… zitti zitti, quatti quatti… la gabella sui versamenti con bollettino postale è passata il 1° luglio da 1.10 a 1.30 cent!

  • http://pietroraffa.altervista.org/blog Pietro Raffa

    Azz.

© Powered by Ma2 per Pietro Raffa

Scroll to top