Tempo stimato per la lettura: 2 minuti, 11 secondi

Siete qui: Home » partito democratico »

Alle primarie voto Renzi. Perché voglio che l’Italia cambi davvero

Tempo stimato per la lettura: 2 minuti, 11 secondi

000 E poi lunedì 26 ci sveglieremo con la convinzione e la certezza che non abbiamo scritto semplicemente una pagina di storia, ma ...

Tempo stimato per la lettura: 2 minuti, 11 secondi

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

E poi lunedì 26 ci sveglieremo con la convinzione e la certezza che non abbiamo scritto semplicemente una pagina di storia, ma che abbiamo voglia di scrivere una pagina di futuro.

Si è chiuso così l’intervento di Matteo Renzi alla Leopolda 2012. Ai presenti e a chi ha seguito l’evento in streaming non sarà sfuggito un concetto chiave: questa sfida, la nostra sfida, viene certamente combattuta con lo sguardo rivolto verso il futuro, ma a differenza dalle precedenti è promossa con il desiderio che quel futuro arrivi adesso. Eh sì, perché nessuno qui ha la benchè minima voglia di continuare ad aspettare e a far prevalere i conservatorismi rassicuranti.

Si tratta di una partita condotta da persone che in quel futuro vedono una speranza. Cittadini che invece di piangersi addosso hanno deciso con pragmaticità di spendere tutte le loro energie per promuovere il cambiamento. Perché il cambiamento, a questo giro, è una cosa davvero tangibile: vive lì, tra una riforma del mercato del lavoro che permetta alla mia generazione di sconfiggere l’incubo del precariato a vita e una legge che sancisca che chi nasce in Italia è italiano. Tra la possibilità di ricevere dall’Agenzia delle Entrate la dichiarazione dei redditi pre-compilata e la riduzione dei tempi che passano dal sequestro dei beni della mafia alla loro confisca. Tra la volontà di dare al 40% dei bambini sotto i tre anni un posto in un asilo pubblico entro il 2018 e il riconoscimento giuridico del legame per le coppie dello stesso sesso.

Vive nella rottamazione, sì. Vocabolo provocatorio, ma azzeccatissimo e da continuare a pronunciare con convinzione. Esistono dei cicli: se fallisco in un campo devo lasciare il posto a qualcun altro. In politica, così come negli altri ambiti: è nella natura delle cose, anche se in molti stentano a capirlo. E occorre soprattutto rottamare la cattiva gestione della cosa pubblica: incapacità, sprechi e corruzione.

Ecco perché il 25 novembre voterò per Matteo Renzi. Voterò Matteo perché è l’unico candidato che si rivolge all’Italia intera e non solo ai votanti del Partito Democratico, perché invece di preoccuparsi degli accordi partitici punta a un’alleanza con i cittadini basata su un sistema di valori e progetti condivisi. Voterò Matteo perchè ha avuto il coraggio di mettersi in gioco, perché è la persona più adatta a rappresentarmi, a rappresentare un’Italia che chiede solo di essere lasciata libera di correre. Voterò Matteo perché dimostra di amare l’Italia, la sua cultura, le sue bellezze, come le amo io.

Spero che in tanti, in queste ore, stiano facendo il mio stesso ragionamento. Me lo auguro davvero. Perché il futuro, questa volta, è a portata di mano. Serve solo un ultimo piccolo-grande sforzo per poterlo afferrare.

Il futuro è adesso.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Restiamo in contatto

Puoi seguirmi su Twitter e mettere un sulla mia pagina Facebook o restare aggiornato abbonandoti (gratis) al feed . Puoi inoltre iscriverti alla mia newsletter inserendo il tuo indirizzo di posta elettronica.

E-mail


  • Cominciamo a ragionare e aggiungo i miei due cents:
    ” voterò matteo Renzi e spiego perchè http://wp.me/p2oV1d-FS

  • carmim

    Commozione, entusiasmo. Grazie

  • nicola

    Domenica tutti ai seggiii

  • Nubiru sa

    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!
    MAI lette tante cazzate tutte di seguito
    INCREDIBILE COME POSSA ESISTERE ANCORA CHI CREDE DI CAMBIARE SOCIETA’ VOTANDO MISTER X O PINCOPALLINO!
    UAHUAHUAHUAH
    LADRI DI MERDA TUTTI I POLITICI DI ONGI RAZZA

  • rita

    Datti una calmata nubiru..chi voti tu?

  • eugenio

    Si, è vero! Per cambiare bisogna proprio votare lui….però come fà a gastire così bene Firenze come farà con l’ Italia se è sempre in giro col camper o in televisione?

  • Ovviamente questo è un periodo particolare, è un tour elettorale. E comunque si sta facendo in quattro per fare entrambe le cose

  • ninurta

    le chiacchere stanno a zero e renzi è molto chiaccherone…..poi uno che dice che dellart.18 non gliene può fregar di meno,traete voi le conclusioni di come vorrebbe amministrare la cosa pubblica. Gli piace invece utilizzare i soldi pubblici come risulta dal conto spese personali(con soldi “nostri”) quando era presidente della provincia. DOCUMENTATEVI

  • Non è che non gliene può fregare di meno, è che non è quello Il Problema

  • Salvatore D’Angelo

    Sono d’accordo con Nubiru: Renzi è uguale agli altri: un professionista della politica, una delle tante facce della partitocrazia autoreferenziale, nociva e sprecona. Oggi la scelta è tra i partiti (PD compreso) che hanno rovinato l’Italia e i movimenti di cittadinanza attiva come il M5S che rappresentano l’unica vera alternativa!

  • Non è così. Per me la scelta è tra buona e cattiva politica. E Renzi propone un modello di buona politica.

  • L’art. 18 è stato modificato da altri;non da Renzi.
    Ma il programma di Renzi contempla la soluzione; prevede una diversa contrattazione:
    indeterminato per tutti.Garanzia dei diritti.In caso di licenziamenti per motivi economici, è previsto un reddito minimo e un servizio di riallocazione.
    Capitolo 6, comma e del programma.
    Per un’informazione corretta.

  • salvo

    Speriamo che vadA a votare tanta gente…serve gra
    nde partecipazione

  • Quello è fondamentale. Serve un segnale forte

  • Scusa Pietro m sono accorto ora di un errore nel website.

© Powered by Ma2 per Pietro Raffa | Cookie

Scroll to top