Tempo stimato per la lettura: 0 minuti, 48 secondi

Siete qui: Home » partito democratico »

Il Movimento 5 Stelle vuole le primarie. Grillo che ne pensa?

Tempo stimato per la lettura: 0 minuti, 48 secondi

000 Delle indagini Demos presentate su Repubblica da Ilvo Diamanti nella giornata di lunedì, mi ha colpito soprattutto un dato riguardante il Movimento ...

Tempo stimato per la lettura: 0 minuti, 48 secondi

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Delle indagini Demos presentate su Repubblica da Ilvo Diamanti nella giornata di lunedì, mi ha colpito soprattutto un dato riguardante il Movimento 5 Stelle. In questa rilevazione è stato infatti chiesto agli elettori italiani se fossero disposti ad eleggere il candidato premier del loro partito (o della coalizione a cui si sentono più vicini) tramite elezioni primarie. La stessa domanda era stata posta nel 2010. Ebbene: il cambiamento di opinione più significativo riguarda proprio l’elettorato del M5s:

La percentuale di coloro i quali sarebbero disponibili a partecipare alle primarie è passata dal 38,1% al 68,7%. Che, tradotto in italiano, data la specificità del Movimento, significa che il dominio indiscusso di Grillo non è più accettato come un tempo.

Un’altra notizia non buona per Beppe Grillo.

 


Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Restiamo in contatto

Puoi seguirmi su Twitter e mettere un sulla mia pagina Facebook o restare aggiornato abbonandoti (gratis) al feed . Puoi inoltre iscriverti alla mia newsletter inserendo il tuo indirizzo di posta elettronica.

E-mail


  • violet

    buonasera,

    ottimo spunto di riflessione, ma per me una conferma di quanto pensavo da tempo.
    quando agli slogan urlati non seguono proposte praticabili i seguaci piu’ intelligenti cominciano a porsi delle domande e, non avendo risposte, rimettono in discussione i dogmi nei quali avevano creduto come in ipnosi.
    se non apre al confronto con le posizioni di dissenso e non applica le regole democratiche piu’ elementari che regolano la vita dei movimenti di opinione che diventano forze politiche, beh… farà prestissimo i conti con una disfatta clamorosa….altro che “ci vediamo in parlamento”!

  • Colpisce come, nel giro di due anni, ci sia stato un cambiamento di questa dimensione. Evidentemente l’elettorato si è stancato di accettare ogni sua assurdità. E ciò potrebbe portare a togliere consenso al M5S, consenso che potrà essere intercettato da chi, negli altri partiti, sarà in grado di accogliere questa domanda di partecipazione.

  • giuseppe

    Queto articolo dimostra che non si è capito il M5S.
    Le primrie esistono perchè nei vari movimenti si scelgono i canditati. Grillo è soltanto un portavoce come garnzia che icanditti nrispettino il non ststuto e non si presenta ne per il parlamento ne come premier i vari movimenti fanno tutto da soli.
    Questa diatriba serve solo per denicrare il movimento, chiedete a Favia che cosa gli hanno promesso per aver detto quello che ha detto.

  • violet

    essì caro PR
    potenzialmente ci sono praterie per chi saprà confezionare un’offerta seria e credibile, sottraendo consensi soprattutto al partito dell’astensione ancora troppo nutrito,

    ciao
    Francesca

  • brus

    il punto non e le primarie, falso problema, un sistema per mettere in competizione gli individui, non e di competizione che abbiamo bisogno , abbiamo bisogno di un programma che vincoli i candidati al loro mandato di esecutori del programma scelto dagli elettori. Un team che sia al servizio di chi li elegge, e se non attuano il programma vanno a casa. Altrimenti con la scusa delle primarie si autonominano nuovi leader che si ergono a capi che non possono essere dimessi anche se fanno cio che gli pare.

  • violet

    @ giuseppe

    te lo posso dire? Favia non ha fatto che certificare quello che era ormai evidente all’intelletto piu’ primitivo.
    Non è importante sapere se il fuori onda di PP fosse una combine o “a sua insaputa” e nemmeno la fine di militante ex-M5S che il consigliere regionale potrà fare.

    ciao
    Francesca

  • @brus, Grillo si è autonominato leader e non vuole schiodarsi, o sbaglio?

  • carlo

    prima di scrivere articoli di questo tipo dovreste informarvi….. LE PRIMARIE GIA ESISTONO nel M5S per tutte le liste regionali e comunali. Manca ad oggi esclusivamente uno strumento per mettere in atto le primarie a livello nazionale….

  • Nanaccio

    che tristezza,almeno fate lo sforzo di studiarlo il nemico prima di criticarlo,grillo leader?ma non sapete neanche di che parlate,avete solo paura,paura della gente onesta che come il buon pizza a Parma comincia a sistemare le cose!
    Con la vostra falsa informazione siete anacronistci!

  • Ma infatti chiamandolo leader ho sbagliato, scusate. Lui e Casaleggio sono i padroni assoluti.

  • Nanaccio

    Si vai pure avanti cosi’!
    Ieri ho fatto un giro a mira dove maniero sindaco 5 stelle sta portando avanti un lavoro meraviglioso!
    Fatti,mica storie come le vostre!
    Siete alla frutta signori!

  • La cosa divertente è che stiamo parlando di risposte date da alcuni tuoi colleghi elettori

  • Nanaccio

    e allora divertiti,ti saluto,buona serata 🙂

  • lanini roberto

    signori ,sono iniziate le danze,da ora in poi gli attacchi ci arriveranno da tutte le parti ricordiamoci di stare uniti, e non farci abbindolare da questi giornalisti pennivendoli. evviva il movimento 5 stelle.

  • violet

    @ nanaccio
    vuoi mettere i problemi di un piccolo comune come Mira con i guai del Paese?
    Eddai, non fingere di non capire.
    E al temerario Pizzarotti gli facciamo pure tanti auguri!

  • mandela

    Ma di che cosa parlate?? di che?? Grillo ha già detto dal 2007 che mai si candiderà, non ha i requisiti… !! Le primarie saranno basate sulle idee nel m5s e non sulle facce di bronzo come nel pd… ma qualcuno ha capito quali sono i programmi di Renzi o Bersani??? si sà solo che uno è giovane, vanitoso e belloccio… con la puzza sotto il naso come tutti i fiorentini snob; mentre l’altro è un piacione bolognese… almeno cerca di esserlo… urlando fassista a chi gli pare, vaneggiamenti vari sul populismo…. ecc ecc…. Niente programmi!

  • mandela

    VIVA M5S!!

  • Siccome il programma del M5S è dettagliatissimo.. hahahaha solo slogan!

  • Veramente perché non dovrebbe essere una buona notizia per Grillo? ancora non sapete che sono solo calunnie senza uno straccio di prova? Grillo ha fondato uno strumento democratico dove l’elezione è proprio direttamente in mano ai cittadini, dovunque hanno vinto e si sono insediati già da 3 anni son stati gli unici che hanno fatto qualcosa.. perché non fate queste pulci agli altri partiti? paura?
    massa di affaristi che accusano il m5s, loro stessi concittadini. dimostrate solo molta ignoranza così.

  • Pietro Raffa nuova stella del M5s;
    stranger in the night, la lala la la lalalala…
    A’ Pietro, non sapevo chè t’eri messo a fà er giornalista!

  • Nemmeno io a dir la verità!

  • maurizio

    Le primarie sono una tecnica raffinata per far credere ai cittadini di partecipare attivamente alla politica. La vera partecipazione è proporre provvedimenti politici. Un esempio? Detassare le tredicesime(costo di circa 7 miliardi)per ridare fiato alle famiglie e all’economia ed occupazione, tagliando le pensioni d’oro con tetto a 6.000 euro,con risparmi di circa 7 miliardi. QUESTE SONO LE PRIMARIE, il resto sono primarie di chiacchere. La politica è proposta concreta, è lì che i cittadini scelgono attivamente. Il resto è solo paravento. Chi si costituisce partito o movimento ha tutto il diritto di strutturarsi come vuole(saranno i cittadini a giudicare se lo fanno bene) ma quello che conta è cosa si propone in modo credibile.SVEGLIA, SI PENSI IN CONCRETO

© Powered by Ma2 per Pietro Raffa | Cookie

Scroll to top