Tempo stimato per la lettura: 0 minuti, 36 secondi

Siete qui: Home » partito democratico »

Quale frase fotografa meglio Renzi, Bersani e Berlusconi?

Tempo stimato per la lettura: 0 minuti, 36 secondi

È una delle domande poste nell’ultimo sondaggio Ipsos, presentato da Nando Pagnoncelli ieri sera durante Ballarò. Le risposte sono state le seguenti: ...

Tempo stimato per la lettura: 0 minuti, 36 secondi

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

È una delle domande poste nell’ultimo sondaggio Ipsos, presentato da Nando Pagnoncelli ieri sera durante Ballarò. Le risposte sono state le seguenti:

Si vede chiaramente che, tra i tre soggetti, gli italiani credono che Renzi sia il più adatto a diventare Premier. Va detto che, secondo Pagnoncelli, se l’elettorato di centrosinistra (e di centro) andasse a votare opterebbe, seppur di poco, per Bersani:

Secondo Ipsos, appunto, perché stando all’ultimo sondaggio dell’Istituto Piepoli, che verrà pubblicato prossimamente e del quale ha dato un’anticipazione Roberto Baldassarri, vice Presidente Esecutivo dell’Istituto, Renzi sarebbe in vantaggio su Bersani anche in caso di competizione interna:

Renzi 45%, Bersani 44% (se votasse solo l’elettorato del Pd)
Renzi 42%, Bersani 40% (se votasse l’elettorato di centrosinistra)
Renzi 28%, Bersani 21% (su tutto l’elettorato)

Interessante.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Restiamo in contatto

Puoi seguirmi su Twitter e mettere un sulla mia pagina Facebook o restare aggiornato abbonandoti (gratis) al feed . Puoi inoltre iscriverti alla mia newsletter inserendo il tuo indirizzo di posta elettronica.

E-mail


  • http://citisensquare.wordpress.com angelo d’anna

    questo è il sondaggio risultante dal 2° turno delle primarie?

  • http://pietroraffa.com Pietro Raffa

    Non è specificato (dato che ancora non si conoscono le regole)

  • fagiano

    “HA FATTO IL SUO TEMPO” 43% per uno che fino a ieri era mister x mi sembra una bella botta.

    Renzi, già condannato in via definitiva, figlio di senatore (PPI), azienda di famiglia in affari con il cavaliere da anni, amante degli inceneritori, di marchionne, e ha come hobby la demolizione di leggi come quella, innoqua per uno che dice di essere di sinistra, che dice che il primo maggio non si lavora.

    FALSO, LADRO, FASCISTA e PURE EBETE.

  • http://pietroraffa.com Pietro Raffa

    Informati meglio: la condanna per danno erariale di cui parli tu è in primo grado, e ha fatto ricorso.
    Gli insulti lasciano il tempo che trovano.

  • Paolo Romanello

    La domanda,avrebbe dovuto essere:” Chi è il più onesto?”! Dubito, che gli Italiani avrebbero fatto, grosse distinzioni! Ma la domanda, avrebbe colto nel segno,non importa il partito che vincerà,L’importante è che ci vogliono persone oneste!! Sembra semplice ma non è!Assolutamente, bisogna proibire,di avere cariche politiche, se si hanno pendenze penali, distinguendo comunque il tipo di reato, disonesto non è, chi è coinvolto in un incidente stradale, disonesto è chi ha frodato ,rubato, insomma chi è mafioso, chiaro, no? Mi sembra, una modifica che va fatta, per garantire un minimo di etica. Buona vita a tutti! Paolo buon.

  • arsem

    @pietroraffa
    Condannato è ora fino a prova contraria. Mi viene difficile capire quali lauree possano aver conseguito o quali capacità dirigenziali, quella era la loro mansione senza aver mai presentato un curriculum nonostante fosse obbligatorio, soprattutto non erano manager, professionisti o almeno neolaureati, ma invece si trattava di un’ex-cassiera di un Outlet, una ex barista, una ex addetta al guardaroba di un nightclub.
    Ci mancava solo più la “igienista dentale” e poi avremmo esclamato: Rieccolo!
    Chi era il padre, le attività di famiglia, il suo programma in cento punti e le dichiarazioni sull’abolizione del I maggio sono tutte cose vere che una semplice ricerca è in grado di confermare.
    Non capisco cosa ci sia di offensivo, poi ognuno è libero di interpretare il bicchiere mezzo vuoto anziché mezzo pieno.

© Powered by Ma2 per Pietro Raffa

Scroll to top