Tempo stimato per la lettura: 1 minuto, 13 secondi

Siete qui: Home » partito democratico »

Alle #primarie schierati. Non servirà lamentarsi dopo

Tempo stimato per la lettura: 1 minuto, 13 secondi

000 Come stanno i partiti italiani? Maluccio. Fatte le dovute distinzioni, ovviamente (fino a quando qualcuno si impegnerà a distinguersi dagli altri). Ma, ...

Tempo stimato per la lettura: 1 minuto, 13 secondi

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Come stanno i partiti italiani? Maluccio. Fatte le dovute distinzioni, ovviamente (fino a quando qualcuno si impegnerà a distinguersi dagli altri).
Ma, fatta questa premessa, veniamo ai numeri che Pagnoncelli, A.D. di Ipsos, ha fornito questa sera durante Ballarò:

Come ho già scritto la settimana scorsa, le primarie fanno bene al Partito Democratico, che si attesta vicino al 30% (dato più alto dal 2008). E l’ha ribadito pure Ilvo Diamanti, nel pezzo “Addio Seconda Repubblica ma la Terza ancora non c’è”:

Il Pd beneficia anche del fatto che la questione vecchio/nuovo lo coinvolge direttamente. In quanto caratterizza e attraversa le primarie. Imposta da Renzi, rilanciata da Veltroni, raccolta da D’Alema e dagli altri leader del partito. Per primo: Bersani. (È probabile, semmai, che “dopo le primarie” questa congiuntura favorevole del Pd cessi.)

Ecco, io gradirei che tutti coloro i quali vogliono sconfiggere il vecchio (espressione che non sempre ha a che fare con l’età) facciano fronte comune, a questo giro. In modo da rendere quel 30% una solida base per una più grande, possibile espansione. E non è una mia teoria. Il tutto è spiegato da un semplice confronto tra le tabelle sottostanti.
Con Bersani candidato, infatti, potrebbe votare Partito Democratico il 37% degli elettori italiani:

Mentre con Matteo Renzi candidato, questa quota salirebbe al 45%:

Chiudo con un AVVISO: a tutti quelli che decideranno di non impegnarsi, e di non schierarsi, dico che ogni loro successiva lamentela varrà meno di zero e che saranno stati complici del mantenimento dello status quo.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Restiamo in contatto

Puoi seguirmi su Twitter e mettere un sulla mia pagina Facebook o restare aggiornato abbonandoti (gratis) al feed . Puoi inoltre iscriverti alla mia newsletter inserendo il tuo indirizzo di posta elettronica.

E-mail


  • cisco

    Apperó! Io non riesco a capire perché qualcuno dovrebbe votare Bersani, oggi

  • astenuto

    E il Pdl?????? Ahahaha la Santanchè aiuta la caduta!

  • Il 5 stelle mi spaventa

  • Il Pdl è esploso da un pezzo, il 5 stelle invece è ormai stabilmente a doppia cifra

  • violet

    mi sembra davvero incredibile che non sia stato nemmeno fatto il nome di Laura Puppato, la mia candidata!

  • In effetti un po’ oscurata è

  • gioggio

    In questo post c’è la presunzione di dire che bersarenzi rappresenti(no) il nuovo. #ancheno

    Io da ex vendoliana convinta, delusa dalle politiche sui rifiuti e da pugliese, oggi penso alla Puppato, che ho avuto modo di conoscere di persona come sindaco di Montebelluna.

    La stanno ignorando bellamente semplicemente perché SENZA mezzi economici per fare operazioni mediatiche da 3° millennio.

© Powered by Ma2 per Pietro Raffa | Cookie

Scroll to top